Puntata del 17 febbraio 2015

A “Retroscena” un tuffo vertiginoso e vorticoso nel carnevale più maestoso e immaginifico d’Italia e d’Europa: il Carnevale di Viareggio! Una puntata speciale per raccontare attraverso un coloratissimo e stupefacente reportage non solo l’allegria sfrenata e la gioia esplosiva della manifestazione carnevalesca più storica del nostro continente, giunta alla sua 142^ edizione, ma anche il lavoro, la fatica, il genio, le energie e le risorse ingenti che ogni anno vengono profusi per costruire i carri più imponenti mai visti nelle strade di una città, veri “teatri viaggianti” arricchiti da coreografie, scenografie, trucchi e costumi che sono un inno alla fantasia. Tutto questo per testimoniare che il Carnevale di Viareggio non è solo divertimento ma anche sacrificio e genialità. A “Retroscena”, dunque, i dietro le quinte e il backstage su tutto ciò che precede questo incredibile evento e che non si vede durante la sfilata a cui assistono oltre 200mila spettatori. In particolare attraverso interviste e immagini esclusive si racconta la genesi e il processo creativo del carro di prima categoria intitolato “Oro Bianco” e dedicato al traffico dell’avorio e alla dolorosa e preoccupante minaccia dell’estinzione degli animali, costruito dai fratelli Bonetti, nipoti di Uberto Bonetti ideatore della maschera simbolo del Carnevale di Viareggio, il Burlamacco. “Oro Bianco” è un elefante gigantesco, alto 20 metri e pesante 5 tonnellate per un costo di 100 mila euro! Grazie a una squadra di esperti artigiani, l’elefante prende vita: le sue orecchie, che raggiungono un’apertura di 9 metri, si muovono, così come la testa, la proboscide e le zampe posteriori dell’elefante che fanno impennare la struttura.
In esclusiva sempre per “Retroscena” la testimonianza dell’attrice Daniela Poggi, madrina del Carnevale di Viareggio 2015, che racconta il suo rapporto con questa festa e il suo impegno a favore degli animali.