le nostre recensioni

Il sogno spezzato di Pippa Bacca

Attraversare undici nazioni a rischio lacerate dalla guerra in abito da sposa in autostop per portare un messaggio di speranza di vita e di pace. Affidarsi totalmente alla Provvidenza, pregare per allontanare il maligno, fidarsi delle persone, vivere la “perfetta letizia” francescana quando sotto la pioggia, affamata, stravolta e sfinita, da sola per strada nessuno […]

Donnafugata, il più piccolo teatro sposato alla Scala

Nel cuore di Ragusa Ibla, uno dei nuclei del barocco siciliano, precisamente in via Pietro Novelli, c’è un palazzo dalla facciata abbastanza anonima. Non vi è alcuna insegna, né segnalazione, ma se si attraversa la porta al civico 5, anch’essa di ordinaria fattura, si entra in un’altra epoca, si fa un salto temporale indietro di […]

Popolizio come Ibsen “nemico del popolo”

La tragicommedia del drammaturgo norvegese in chiave farsesca con l’ottima Maria Paiato in panni maschili in scena al fianco dell’attore-regista. La scelta del blues, che apre e scandisce i passaggi spazio-temporali di Un nemico del popolo fino al 28 aprile al Teatro Argentina di Roma, diffonde tristezza e instilla il pensiero che in fondo siamo […]

Guerritore: «La mia spada è Giovanna d’Arco»

Al termine dello spettacolo, dopo i meritatissimi applausi della platea del teatro Vascello di Roma, che ospita fino a oggi il suo Giovanna d’Arco ripreso dopo aver mietuto successi per tre stagioni fino al 2008, Monica Guerritore prima di lasciare il palco compie un gesto in apparenza marginale, sicuramente voluto e sentito: raccoglie da terra […]

Quanta confusione alla “Scuola delle scimmie”

Si è decisamente concordi con Bruno Fornasari, autore e regista de La scuola delle scimmie in scena alla Sala Umberto di Roma fino a oggi, quando candidamente e obiettivamente chiude le note di regia affermando che la sua operazione teatrale aveva il proposito di «cercare di chiarire qualche dubbio e non riuscirci». La missione dubitativa […]

Ranieri tra Cechov e le eterne canzoni

«Avec le temps, va, tout s’en va». «Col tempo tutto se ne va» cantava nel 1971 il cantautore anarchico francese Léo Ferré. A distanza di 48 anni queste stesse parole le canta Massimo Ranieri quasi in apertura dello spettacolo Il gabbiano (à ma mère), libero adattamento dell’opera di Cechov in scena al Teatro Quirino di […]

Scifoni, la sessualità con “Santo piacere”

«Santo piacere. Dio è contento quando godo». Parola non di un teologo, né di un mistico, ma di un giullare, un attore-narratore che da anni ormai, dai tempi di Guai a voi ricchi, incuriosisce le platee rendendo divulgativi, ma mai volgarizzando, tematiche prettamente cristiane attraverso percorsi artistici che attingono anche con leggerezza, ma sempre con […]

Lavia, l’ultimo dei nostri “Giganti”

Gabriele Lavia in scena con “I giganti della montagna” Si alza il sipario un po’ sbilenco e antichizzato e davanti alla platea si palesa un teatro nel teatro. L’effetto speculare è reso ancor più scioccante dalle condizioni fatiscenti e rovinose di questa ricostruzione: i palchi sono decrepiti, decadenti e soprattutto sventrati da un mortale, gigantesco […]

I cafoni di Fontamara rivivono con Silone

Ambientato durante l’ estate del 1929 in un immaginario paesino abruzzese, l’ epico racconto popolare dello scrittore va in scena con immutata forza evocativa e attualità nonostante siano “passati” 90 anni «Quelli che a 50 anni hanno perso il lavoro, quelli che a 20 e 30 anni non lo trovano e vanno via, quelli che […]

I “fratelli Karamazov”, Mauri e Sturno convincono ancora con la “pietas”

Glauco Mauri ha un’eterna passione, anzi una compassione, quella per l’uomo «meraviglioso impasto di luce e fango», come ama dire spesso. Doveva, pertanto, prima o poi cimentarsi con uno dei più vertiginosi e profondi affondi letterari negli oscuri abissi dell’animo umano in cui baluginii spirituali diradano a intermittenza le più cupe tenebre di un inferno […]