XVII edizione del Premio Europa per il Teatro

È interamente dedicata alla XVII edizione del Premio Europa per il Teatro la 16ª puntata di Retroscena. Questa settimana il programma di Michele Sciancalepore racconta, con un caleidoscopico e ricco reportage da San Pietroburgo, l’oscar del teatro ovvero il più prestigioso riconoscimento in ambito europeo in grado di captare tendenze, percorsi consolidati, proiezioni e tradizioni dell’attività teatrale del vecchio continente.

Attraverso interviste esclusive e spettacoli unici, questo 16° appuntamento svela i segreti della scena drammatica europea ricca di fermenti e vitalità che coinvolgono parola e corpo. E la parola è al centro di “By Heart” dell’attore e regista portoghese Tiago Rodrigues (XV Europe Prize Theatrical Realities) che dà vita a un modo di far teatro assolutamente personale. “By Heart”, espressione inglese che significa “a memoria”, è una riflessione profonda che Rodrigues porta in scena con la partecipazione di 10 spettatori che dal vivo e in tempo reale devono imparare il Sonetto 30 di Shakespeare.

È invece il corpo il protagonista indiscusso di “Limits” della compagnia svedese Cirkus Cirkör (XV Europe Prize Theatrical Realities) che con acrobazie funamboliche invita ad andare oltre i confini e le barriere che separano le etnie e le culture perché, come sostiene Henrik Agger, artista della compagnia, durante l’intervista «l’arte circense è davvero internazionale: può parlare a ognuno senza bisogno di usare le parole per essere compresa».