Srebrenica, il racconto di un sopravvissuto a TGtg: “ricordare, un dovere”

“Mi hanno misurato l’altezza con il fucile: questo mi ha salvato la vita. La condanna all’ergastolo di Mladic è per me la vittoria del bene contro il male”. È la testimonianza in diretta da Piacenza ai microfoni del nostro inviato Luciano Piscaglia di  Semso Osmanovic, sopravvissuto a Srebrenica. “Ogni anno andiamo a #Srebrenica per ricordare: intorno alla zona ci sono oltre 300 fosse comuni. Lottiamo per mantenere vivo il loro ricordo”