Storie da Lourdes, domenica 2 agosto alle 17.00

La terza puntata di “Storie da Lourdes”, curata da Francesco Durante, vede protagonisti in apertura due coppie di coniugi (Sofia e Francesco, Dionigio e Maria) che raccontano le loro storie, i momenti di gioia e di sofferenza della loro vita matrimoniale, la grande forza di proseguire il cammino con fede e determinazione, sempre, come anticipa il titolo dell’ episodio: “Insieme, nella salute e nella malattia”.
Poi incontriamo alcuni gruppi di emigranti, in prevalenza originari della Sicilia, della Campania e della Calabria, provenienti dalla Svizzera e dalla Germania. L’ esperienza del proprio pellegrinaggio viene interpretata alla luce del loro vissuto di italiani in terra straniera. “Siamo emigranti” è il titolo dell’ episodio, in cui vengono ripercorse vicende intense di un’ umanità sofferente che aprono alla riflessione sulle cronache attuali delle tormentate situazioni dei migranti costretti a lasciare il proprio paese.
Dalle frontiere che si chiudono a quelle invece sempre aperte ed anzi sconfinate del mondo missionario. Due i testimoni di questo capitolo, intitolato “Frontiere missionarie”. Padre Gianni, di origine bresciana, da decenni svolge il suo ministero sacerdotale in Brasile, tra i lebbrosi. A loro si è dedicato in modo totale, coniugando evangelizzazione e promozione umana. Tiziano invece è un missionario laico, vicentino, che vent’ anni fa ha lasciato la sua attività di affermato imprenditore nel settore della pasticceria per dar vita in Kenia a tutta una serie di attività in favore dei bambini orfani, poveri e malati.
Tra gli altri protagonisti della terza puntata troviamo un gruppo di pellegrini francesi diretti a Santiago di Compostela. Laici, suore, un sacerdote, un regista film-maker, in tutto una dozzina di persone, presentateci da Alexandre, originario di Marsiglia, che parla molto bene l’ italiano. Ci spiega che si tratta di un’ iniziativa sostenuta dal Secours catholique, la caritas francese, un modo per sperimentare la vicinanza alle persone che si trovano ai margini della società e che s’ incontrano “In cammino verso santiago”.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0