Papa Francesco in Lettonia, il video racconto del viaggio

Alle 7.00 locali del 24 settembre Papa Francesco lascia la Nunziatura Apostolica di Vilnius per trasferirsi in auto all’Aeroporto Internazionale della capitale lituana, da dove, a bordo di un CS 300 dell’AirBaltic, è parte alla volta della Lettonia.
L’aereo atterra alle ore 8.20 locali all’Aeroporto Internazionale di Riga. Al Suo arrivo, il Papa è accolto dal Presidente della Repubblica di Lettonia, il Sig. Raimonds Vējonis e da due bambini in abito tradizionale che hanno donato dei fiori. Erano inoltre presenti l’Ambasciatore di Lettonia presso la Santa Sede, Sig.ra Veronika Erte; il Presidente della Conferenza Episcopale e Vescovo di Rēzekne-Aglona, S.E. Mons, Jānis Bulis; e l’Arcivescovo di Riga, S.E. Mons. Zbigņevs Stankevičs.

Alcuni bambini hanno intonato canti della tradizione lettone.

Subito dopo, il trasferimento al Palazzo Presidenziale di Riga. Al Suo arrivo, Papa Francesco viene accolto dal Presidente della Repubblica. Dopo l’esecuzione degli inni, gli onori militari e la presentazione delle rispettive Delegazioni, al secondo piano del Palazzo Presidenziale ha avuto luogo la Visita di Cortesia.

Nel “Salone Bianco” del Palazzo, la Firma di Papa Francesco sul libro d’onore e lo scambio dei doni.

Nel “Salone degli Ambasciatori” si è svolto l’incontro privato e al termine, alla presenza di circa 500 persone, ha avuto luogo l’Incontro con le Autorità, la Società Civile e il Corpo Diplomatico.

Alle 10.40 locali, il Santo Padre è giunto alla Cattedrale luterana di Santa Maria (Rigas Doms), dove lo attendevano alcune migliaia di persone. Al Suo arrivo il Papa è stato accolto all’ingresso principale dall’Arcivescovo luterano di Riga, Jānis Vanags, quindi ha salutato 10 capi delle principali denominazioni cristiane e vestito i paramenti sacri nella Cappella di Santa Maria.

Dopo l’esecuzione dei canti d’ingresso e la venerazione alla tomba di San Meinardo, e le letture, il Santo Padre ha pronunciato il Suo discorso:

Al termine, Papa Francesco si è diretto alla Cattedrale cattolica di San Giacomo a Riga, accolto dal Parroco. Una coppia di anziani ha donato al Papa dei fiori che il Santo Padre ha deposto davanti all’immagine della Vergine.

Dopo il saluto dell’Arcivescovo di Riga, S.E. Mons. Zbigņevs Stankevičs, il Santo Padre ha pronunciato il suo discorso

Alle 16.00 locali, Papa Francesco è arrivato al Santuario Internazionale della Madre di Dio di Aglona dove è stato accolto dal Vescovo di Rēzekne-Aglona e Presidente della Conferenza Episcopale di Lettonia, S.E. Mons. Jānis Bulis, e da due bambini in costume tradizionale che gli hanno posto un omaggio floreale.

Papa Francesco Santuario di AglonaQuesto è il più importante luogo di culto della Lettonia, ed è qui custodita l’immagine della Madonna Nera di Aglona, dalle origini antichissime, avvolte nella leggenda. Secondo una tradizione molto diffusa, sarebbe stata infatti dipinta da san Luca. L’icona sarebbe giunta in Lettonia grazie al Granduca di Lituania Vitoldo (in carica dal 1401 al 1430), il quale la consegnò ai Domenicani di Trakai, cittadina lituana a 30 km da Vilnius. Più tardi l’icona sarebbe andata a finire in possesso di un generale di nome Gonosevski, che l’avrebbe portata sempre con sé nelle sue imprese vittoriose e che celebrò il suo ultimo trionfo ad Aglona; qui volle lasciare come ringraziamento l’icona ai Domenicani, là presenti dal 1698.

Fu eretto un santuario per custodirla, in origine una semplice, piccola chiesa di legno in mezzo a una foresta di abeti con attiguo il convento ma già agli inizi del ‘700 la struttura fu sostituita da un edificio di pietra,  inaugurato nel 1768, in stile barocco e molto più grande del precedente. Importante meta di pellegrinaggi anche durante il periodo sovietico il santuario è oggi particolarmente frequentato nelle feste di Pentecoste e dell’Assunta.

Dopo alcuni giri in papamobile tra i fedeli presenti nell’area del Santuario, il Papa ha presieduto la Celebrazione Eucaristica per Maria Madre della Chiesa in latino e lettone.

Dopo la proclamazione del Vangelo, il Santo Padre ha pronunciato l’omelia:

 

Alle 17.45 locali, nell’eliporto di Aglona, ha avuto luogo la cerimonia di congedo dalla Lettonia. Il Papa è salito a bordo dell’elicottero per far rientro a Vilnius, in Lituania.