Viaggio ad Abu Dhabi Primo giorno

4 febbraio 2019

“Rendimi strumento della tua pace” questo è il motto del Viaggio Apostolico di Papa Francesco negli Emirati Arabi Uniti che in data odierna prende il via ufficiale con la cerimonia di benvenuto al Palazzo Presidenziale di Abu Dhabi.

L’approfondimento in studio guidato da Gennaro Ferrara, vede la partecipazione di Luis Badilla, direttore de “Il Sismografo”; Don Valentino Cottini, già preside Pisai; Mustafa Cenap Aydin, direttore Istituto Tevere di Roma e Chiara Zappa, giornalista di Mondo e Missioni; che ci accompagnano nella comprensione di questo viaggio, primo di un pontefice nella Penisola Arabica, che sarà all’insegna della tolleranza e la fratellanza.

 

IN EVIDENZA

 

CERIMONIA DI BENVENUTO

 

 

IL PAPA IN AEREO 

Sul volo papale Cristiana Caricato racconta l’incontro di papa Francesco con i giornalisti prima della partenza.

 

 

INCONTRO CON MONS. HINDER

Da Abu Dhabi, Massimiliano Cochi ha incontrato Mons. Paul Hinder, Vicario apostolico dell’Arabia meridionale che spiega il significato della visita del Papa per il dialogo interreligioso e per la Chiesa locale.

 

La giornata di Papa Francesco ad Abu Dhabi prosegue con l’incontro privato con il consiglio degli Anziani, l’organizzazione internazionale indipendente che promuove la pace nelle comunità islamiche, nella Gran Moschea dello Sceicco Zayed, il luogo di culto più importante del Paese, considerata tra le moschee più grandi al mondo che porta il nome del fondatore e presidente degli Emirati Arabi Uniti scomparso nel 2004.
Poi Papa Francesco insieme al Grande Imam della Moschea di al-Azhar si trasferisce al Founder’s Memorial, monumento nazionale che commemora la vita, l’eredità e i valori dello Sceicco Zayed, dove pronuncia il suo primo discorso alla presenza del Principe ereditario a partire dal ricordo dell’incontro tra San Francesco di Assisi e il sultano al-Malik al-Kamil avvenuto 800 anni fa a Damietta, in Egitto. Con “il fratello che cerca la pace con i fratelli” papa Francesco sottolinea l’origine dell’unica famiglia umana e la sacralità di ogni persona, chiedendo poi l’impegno a bandire “ogni sfumatura di approvazione dalla parola guerra”. A conclusione dell’incontro Papa Francesco e il Grande Imam di Al-Azhar Ahmad Al-Tayyib firmano il “Documento sulla fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune” un messaggio congiunto tra cristiani e musulmani di condanna del terrorismo e della violenza con l’invito ai leader mondiali a diffondere la cultura della tolleranza, della convivenza e della pace. Gennaro Ferrara guida l’approfondimento insieme a Giorgio Bernardelli, giornalista Mondo e Missione; Solen De Luca, giornalista Tv2000, Adnane Mokrani, teologo musulmano e Padre Jihad Youssef della Comunità Monastica Khalil di Mar Musa (Siria).

Lasciamo Abu Dhabi per ricordare la figura di Don Andrea Santoro, missionario del dialogo in Turchia, nel giorno in cui ricorre l’anniversario del suo omicidio avvenuto nel 2006 a Trebisonda. Gennaro Ferrara incontra Maddalena Santoro, teologa e socia-fondatrice dell’associazione che porta il nome del fratello e Don Giuseppe Castelli, membro del comitato direttivo dell’associazione e discepolo di Don Andrea.