Il diario di Papa Francesco: Libano, Udienza generale, Mons. Gerardo Antonazzo

18 - 22 marzo 2019

Lunedì 18 marzo

In studio al Diario di papa Francesco Giancarlo Libert, torinese, classe 1963, coautore del libro insieme ad Orsola Appendino dal titolo “ Nonna Rosa “La roccia della Langhe” da Cortemilia all’Argentina” La persona più importante nella vita di Papa Francesco . Giornalista pubblicista, autore di libri, saggi e articoli sulla storia locale e sull’emigrazione piemontese. Attraverso un percorso da Cortemilia in provincia di Cuneo all’Argentina gli autori ci portano a conoscere la vita di Rosa Margherita Vassallo. Nonna Rosa, più volte citata dal Santo Padre che gli trasmise la fede.

 

Martedì 19  marzo

Puntata tutta dedicata al Libano con collegamenti con l’inviata Cristiana Caricato dal Paese dei cedri. Svilupperemo un interessante focus sul cammino interreligioso che si è aperto con il Pontificato di Bergoglio.

 

Mercoledì 20 marzo

Approfondimento e commento della Catechesi di papa Francesco in Udienza Generale grazie alla presenza in studio  di teologi e intellettuali.

 

Giovedì 21 marzo 

Chiudiamo la settimana ospitando in studio lo scrittore Don Pasquale Basta della Diocesi di Venosa in provincia di Potenza, docente di Teologia Biblica presso la Pontificia Università Urbaniana e di Ermeneutica Biblica presso il Pontificio Istituto Biblico di Roma.

Il teologo propone una interessante suggestione letteraria dal titolo: “Non fare come gli ipocriti- La lotta tra essere e apparire- Dai Vangeli alla 1 Corinti”  – Edizione “Città Nuova “.

 

Venerdì 22 marzo

Appuntamento con i Vescovi italiani per il consueto approfondimento sulla Esortazione Apostolica “Evangelii Gaudium” di Papa Francesco.

Ospite del Diario, Mons. Gerardo Antonazzo, Vescovo di Sora. Dall’Esortazione ragioneremo sui numeri 66 e 67 che riguardano alcune sfide culturali sulla “famiglia che attraversa una crisi culturale profonda, come tutte le comunità e i legami sociali… e sull’individualismo postmoderno e globalizzato che favorisce uno stile di vita che indebolisce lo sviluppo e la stabilità dei legami tra le persone, e che snatura i vincoli familiari.”