Sessantacinque anni dopo l’omicidio Montesi
I misteri sulla morte della giovane Wilma

Torna a Siamo Noi, dalle 13.50, Antonio Fatigati, teologo, diacono permanente della diocesi di Milano, che svolge la sua attività di esperto in tematiche familiari presso la comunità pastorale San Francesco d’Assisi a Monza. Torna dunque la rubrica sulla vita di coppia e sui problemi che sorgono in una relazione. Lo spunto del dibattito di oggi arriva da una lettera di una nostra telespettatrice, Eva da Foligno che oggi ci mette davanti ad un tema molto delicato: cosa succede in una famiglia quando nasce un bambino con una disabilità? Insieme a Fatigati saranno in studio Maria Grazia Donzelli e Michele Galbiati, marito e moglie e genitori di ben 4 figli. Leonardo, Beatrice, Tommaso e Francesco.

Subito dopo arrivano a Siamo Noi per raccontare la loro bellissima storia una nonna e una nipote: sono Zita Urbani, 92 anni e Alice Zannoni, autrici a quattro mani del libro “L’arte contemporanea spiegata a mia nonna” pubblicato lo scorso 8 febbraio per le edizioni Nfc.

In preparazione della Pasqua, continua il nostro viaggio nelle domeniche di quaresima. Con noi in studio Don Giampiero Palmieri, parroco di San Gregorio Magno a Roma.

Alle 15.2′, apriamo il nostro spazio di attualità scavando nella memoria: l’omicidio di Wilma Montesi. L’11 aprile del 1953 il corpo delle ventunenne Wilma Montesi fu ritrovato sulla spiaggia di Torvaianica a Roma. Ancora oggi il caso risulta irrisolto, compresa la causa del decesso della giovane. Ne parliamo in studio con i colleghi Giorgio Dell’Arti e Chiara Valentini, con Don Pietro Sigurani, Rettore della Basilica di Sant’Eustachio, e con Francesco Grignetti, che alla storia di Wilma Montesi ha dedicato un libro (“Il caso Montesi”, edito da Marsilio).