Strangolapreti

20160707-2653

Strangolapreti

Ingredienti:
800 g di pangrattato
5 uova
200 g di grana trentino
1 kg di spinaci surgelati
300 ml di latte (più altri 300 ml se necessario)
1 cipolla
1 noce di burro
Sale, pepe e noce moscata
Burro, salvia e Trentingrana grattugiato per guarnire

Preparazione:
Mettere a cuocere gli spinaci, una volta cotti scolarli, farli raffreddare e strizzarli bene. A questo punto , pochi alla volta, adagiarli su un tagliere e tritarli con un coltello ben affilato. Tritare grossolanamente la cipolla e dorarla in padella con una noce di burro.
Mettere in una bacinella capiente tutto il pangrattato, gli spinaci, le cinque uova sgusciate, il grana, i 300 ml di latte e la cipolla in quest’ordine, poi aggiungere sale pepe e noce moscata a piacere. Impastare per bene con le mani aperte fino ad ottenere un impasto sodo, ma nello stesso tempo malleabile. Se necessario unire ancora una goccia di latte alla volta. Assaggiare l’impasto ed eventualmente regolare di sale e pepe. Procedere quindi alla prova dell’impasto: mettere a bollire poca acqua salata in una padellina e appena in ebollizione versare dentro una pallina di impasto. Se cuoce senza sfaldarsi vuol dire che l’impasto è pronto. A questo punto creare tutti gli strangolapreti in base alla forma preferita; fare delle palline e schiacciarle, oppure con le dita dare la forma di un piccolo fuso. Da tenere conto che gli strangolapreti vanno fatti più piccoli dei canederli ma più grossi di uno gnocco. A questo punto cuocere gli strangolapreti. Prima di servire aggiungere burro fuso, salvia ed una spolverate di Trentingrana.
Ricetta dello chef Matteo Perina di Ala (Trento)