2019 – Un nuovo anno con Papa Francesco

1 gennaio 2019

Prima puntata del 2019 del “Diario”, con uno speciale ricco di anticipazioni per il nuovo anno e una riflessione sull’anno che si è appena concluso.

A partire dall’ascolto delle parole del Papa dopo l’Angelus del 1° giorno dell’anno Nicola Ferrante incontra Marco Impagliazzo, presidente della Comunità di Sant’Egidio e Luis Badilla, direttore de Il Sismografo. Con loro traccia un bilancio del 2018 del magistero di Papa Francesco e anticipa gli appuntamenti più attesi e le sfide del 2019 per la Chiesa di Bergoglio a partire dai viaggi internazionali già in programma tra cui Panama, Emirati Arabi Uniti, Marocco, Bulgaria, Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia, Mozambico e Madagascar.

In esclusiva l’intervista al Card. Pietro Parolin, Segretario di Stato Vaticano, sull’impegno del pontificato di Bergoglio a favore dell’incontro e della fraternità in particolare con il mondo arabo, e poi sull’impegno della Chiesa nella lotta alla pedofilia.

Tra le sfide del 2018 infatti papa Francesco ha affrontato con grande determinazione gli scandali della pedofilia nella Chiesa. Abbiamo così riascoltato alcuni passaggi dei suoi discorsi in cui condanna quanto emerso e chiede perdono per le vittime degli abusi.

Ma il 2018 è stato anche un anno in cui la Chiesa si è messa in ascolto dei giovani, mettendoli al centro del Sinodo dei Vescovi, e anche l’anno delle Visite Pastorali in Italia sulle orme dei grandi pastori che impresso il loro segno con la propria opera.

 

 

IN ESCLUSIVA

INTERVISTA AL CARD. PIETRO PAROLIN di Cristiana Caricato

L’incontro con il mondo arabo

La lotta alla pedofilia nella Chiesa

 

DOPO L’ANGELUS

Cari fratelli e sorelle,

nel giorno di Natale ho rivolto a Roma e al mondo un messaggio di fraternità. Oggi lo rinnovo come augurio di pace e di prosperità. E preghiamo tutti i giorni per la pace.

Ringrazio il Signor Presidente della Repubblica Italiana per le espressioni augurali che mi ha indirizzato ieri sera. Il Signore benedica sempre il suo alto e prezioso servizio al popolo italiano.

I miei auguri cordiali vanno specialmente a voi, cari romani e pellegrini che oggi siete qui in Piazza San Pietro, tanto numerosi! Sembra una canonizzazione, questa! Saluto i partecipanti alla manifestazione “Pace in tutte le terre”, organizzata dalla Comunità di Sant’Egidio. E qui voglio esprimere il mio apprezzamento e la mia vicinanza alle innumerevoli iniziative di preghiera e di impegno per la pace che in questa Giornata si svolgono in ogni parte del mondo, promosse dalle comunità ecclesiali; ricordo in particolare quella che ieri sera ha avuto luogo a Matera.

Per intercessione della Vergine Maria, il Signore ci conceda di essere artigiani di pace – e questo incomincia a casa, nella famiglia: artigiani di pace – ogni giorno del nuovo anno. E vi auguro, un’altra volta, un buon e santo anno. Per favore, non dimenticatevi di pregare per me. Buon pranzo e arrivederci.

 

IL 2018 DI PAPA FRANCESCO di Manuela Orrù

 

LOTTA ALLA PEDOFILIA

 

I GIOVANI CON IL PAPA

 

VISITE PASTORALI