Gamberi alla Gambrinus di San Polo di Piave (Treviso)

Cenni storici e curiosità:

Emblema della casa sin dai primi ‘900 e Piatto del Buon Ricordo dal 1975.

Lo dice il nome, il Parco Gambrinus è il posto giusto per mangiare i gamberi. A San Polo di Piave tali crostacei di fiume, in compagnia di anguille e trote, guizzano nelle acque del fiume Lia, le cui risorgive sono site proprio nell’esteso parco che circonda il Locale.

Oggi purtroppo quasi scomparsi, i gamberi d’acqua dolce vengono preparati “alla Gambrinus” seguendo una ricetta  tramandata dagli avi Zanotto.

 

Ingredienti per 4 persone:

n°24 gamberi di acqua dolce

gr 3000 di court bouillon

gr 150 di carote, sedano e cipolla interi

gr 150 di trito di carote, sedano, cipolla

gr 100 vino bianco

n° 2 spicchi di aglio

gr 100 di prezzemolo tritato

gr 50 di burro

gr 100 di olio d’oliva extravergine

5 chiodi di garofano e foglia di alloro

pepe e sale q.b.

n°8 fette di polenta di mais bianco

 

Preparazione:

In una pentola preparate il court bouillon: lavate e mondate le verdure, fatele bollire in tre litri d’acqua con 100 gr di vino bianco, chiodi di garofano e foglia d’alloro. Dopo aver fatto bollire per 30 min, tuffatevi i gamberi, abbassate la fiamma e cuocete per altri 5-8 min. Scolateli e teneteli in caldo.

Pelate gli spicchi d’aglio, mondate e lavate il restante sedano, il prezzemolo e tritate il tutto finemente.

Rosolate il trito in una padella con la metà del burro e dell’olio e dopo circa 3-4 minuti unite i gamberi e lasciateli insaporire a fuoco moderato.

Bagnate con il vino, qualche mestolino di fondo di cottura. Regolate di sale e di abbondante pepe, quindi emulsionate con l’olio e il burro rimasti.

Servite accompagnando con fette di polenta bianca che avrete fatto abbrustolire alla griglia.

 

Abbinamento:

Suggeriamo l’abbinamento con Incrocio Manzoni – 6.0.13 2001 i.g.t. Veneto, Az. Gambrinus – San Polo di Piave

 

Ricetta dello chef Adriano Zanotto “Ristorante Gambrinus” San Polo di Piave (Treviso)