L'Italia che resiste alle mafie

Borrometi, italiane contro le mafie: Stefania Grasso

Paolo Borrometi è con Stefania Grasso, figlia di Vincenzo Grasso, l’imprenditore, vittima della ‘ndrangheta, ucciso a Locri il 20 marzo del 1989. Una donna che combatte le mafie, continuando la battaglia civile di suo padre e collaborando con Libera.

Borrometi, italiane contro le mafie: Angela Verbaro

Paolo Borrometi prosegue il racconto sulle donne che combattono le mafie con Angela Verbaro, figlia di Francesco, imprenditore di Reggio Calabria, primo testimone di giustizia nel 1997 contro la cosca dei Labate. Le sue denunce portarono alle condanne degli affiliati.

Borrometi, italiane contro le mafie: Sofia Ciriello

Paolo Borrometi è con un’altra donna che combatte le mafie: Sofia Ciriello, imprenditrice di Ercolano, Napoli, che si è rifiutata di pagare il pizzo e ha denunciato i suoi estorsori facendoli arrestare. Grazie al suo esempio oggi Ercolano è il primo comune deracketizzato.

Borrometi, italiane contro le mafie: Saveria Antiochia

Paolo Borrometi è con Jole Garuti autrice di In nome del figlio, Melampo editore. Insieme per raccontare la storia di una mamma che ha combattuta la mafia: Saveria Antiochia, mamma di Roberto, agente di polizia ucciso nel 1985 mentre faceva la scorta, da volontario, al vice commissario della Squadra Mobile di Palermo, Ninni Cassarà

Borrometi, italiane contro le mafie: Daniela Marcone

Paolo Borrometi è con un’altra donna che combatte le mafie: Daniela Marcone, vicepresidente di Libera e figlia di Francesco Marcone, dirigente dell’Ufficio Registri di Foggia ucciso nel 1995 per aver denunciato falsi “mediatori” che garantivano, dietro pagamento, il rapido disbrigo di pratiche d’ufficio.

Borrometi, italiani contro le mafie: Marta Cimino

Paolo Borrometi è con Piera Fallucca, attivista antimafia, animatrice del movimento Donne per il digiuno, nato dopo la morte del giudice Borsellino. Insieme ricordano Marta Cimino, l’ispiratrice del Comitato dei lenzuoli nato a Palermo subito dopo le stragi del ’92.

Borrometi, italiane contro le mafie: Rita Borsellino

Paolo Borrometi ricorda una donna che è divenuta, dopo l’assassinio del fratello, testimone della lotta alle mafie: Rita Borsellino, sorella del giudice ucciso nella strage di via d’Amelio. Per ricordare il valore di questa donna che divenne anche vicepresidente dell’associazione Libera, è ospite anche la nipote Chiara Corrao.

Italiani contro le mafie: Filippa Pantano

Paolo Borrometi racconta la storia di Filippa Pantano, che ha dato vita alla Lega delle ricamatrici riuscendo a coinvolgere trentamila donne in Sicilia, unite nella lotta per vedere riconosciuti i propri diritti nonostante le intimidazioni mafiose. Grazie a loro si è approvata una legge nazionale per i diritti economici delle lavoratrici domestiche. Con Borrometi, Ester […]

Italiani che resistono alle mafie: Ninetta Burgio

Paolo Borrometi racconta la storia di un’altra donna che ha combattuto le mafie: Ninetta Burgio, mamma di Pierantonio Sandri, ucciso perché aveva assistito all’incendio di un’auto da parte di una gang di giovani mafiosi. In studio Enza Rando, responsabile dell’ufficio legale di Libera, amica e avvocato di questa mamma, morta prima della fine del processo […]