Da Papa Francesco forza e nutrimento per coltivare i miei sogni

Mi sono mancate tante cose di casa mia, in questi giorni , ma so che presto mi mancheranno i ragazzi di Monteluce e le nuove abitudini che con grande fatica ci eravamo costruiti.
Speravo di trovare qualcosa di grande durante quest’esperienza, speravo che avrei scoperto cose nuove su me stessa, invece mi sono scontrata con i problemi che ho sempre avuto, quelli che avevo seppellito convinta che non fossero importanti. Non ho trovato qualcosa di grande, ma tanti piccoli pezzetti di me di cui avevo bisogno senza saperlo. Grazie a quest’esperienza ho potuto avere una prima percezione di quello che è il mondo del lavoro, imparando a fare il mio dovere anche quando non ne avevo voglia; grazie ai ragazzi di Monteluce ho capito l’importanza di subordinare le proprie esigenze a quelle del gruppo, ma anche ad ascoltarmi di più e fidarmi del mio istinto se qualcosa mi sembra sbagliato; ai miei compagni agenti segreti devo dire grazie, per avermi sopportata e perché, in un modo o nell’altro, siamo riusciti a costruire un bel rapporto, magari non apparentemente profondo, ma sempre naturale e sincero.
E infine grazie al papa ho trovato il nutrimento e la forza per continuare a coltivare i miei sogni e farli germogliare, perciò da adesso sono pronta a dare il massimo.
Sono stanca, affaticata, dolorante, molto più che felice, ma tra qualche giorno la stanchezza, la fatica e il dolore passeranno e di questa esperienza rimarrà solo la gioia di averla vissuta.

Il programma


Sette ragazzi, dai 16 ai 18 anni, inseriti in un gruppo diocesano italiano, partecipano alla Giornata Mondiale della Gioventù che si svolge dal 25 luglio a Cracovia.

I sette, muniti di smartphone attrezzati per le riprese, hanno il compito di raccontare la loro esperienza come “infiltrati” nel gruppo.

Sono impiegati come “narratori” della GMG e partecipano a tutti gli appuntamenti previsti dal grande evento ecclesiale, tra Cracovia, Czestochowa e Auschwitz.

Video

#OhMyGod – Riflessione su Auschwitz

gli autori

Cristiana Caricato

Francesco Esposito