GIANLUCA INGANGI

Gianluca Ingangi ha 18 anni e viene da Napoli.
Si descrive così:
“Precisamente abito a Scampia. Sinceramente, nel bene e nel male, sono fiero della mia città e soprattutto del mio quartiere. La mia famiglia è composta da mamma Rosaria, papà Vincenzo e due fratelli: Alessandro di 23 anni e Emanuele di 17 anni. L’anno prossimo frequenterò la 5°A del Liceo Classico G.B. Vico di Napoli.
Mi piace particolarmente ciò che studio per il semplice fatto di poter viaggiare nel tempo, partendo dai classici, giungendo fino ai nostri giorni, per poi scoprire che nulla è cambiato rispetto a 2000 anni fa! La mia più grande passione è viaggiare, scoprire il mondo, conoscere le persone e aprire la mente a tante realtà diverse dalla mia.
Amo tutto ciò che è legato al cielo e al mare: aerei, barche, i colori e l’odore del mare e i colori dell’alba e del tramonto sono le cose più belle che ci siano! Mi reputo una persona simpatica, socievole, solare e molto curiosa.

Il programma


Sette ragazzi, dai 16 ai 18 anni, inseriti in un gruppo diocesano italiano, partecipano alla Giornata Mondiale della Gioventù che si svolge dal 25 luglio a Cracovia.

I sette, muniti di smartphone attrezzati per le riprese, hanno il compito di raccontare la loro esperienza come “infiltrati” nel gruppo.

Sono impiegati come “narratori” della GMG e partecipano a tutti gli appuntamenti previsti dal grande evento ecclesiale, tra Cracovia, Czestochowa e Auschwitz.

Video

#OhMyGod – Riflessione su Auschwitz

gli autori

Cristiana Caricato

Francesco Esposito