La storia è l’anima di una nazione

Un altro giorno a zonzo nelle campagne a Nord della Polonia, verdo l’antica chiesa di Sant’Idzi. La GMG è anche questo, l’immersione nella storia e nelle tradizioni di un paese. “La storia è l’anima di una nazione”, scandisce il nostro accompagnatore. E tu cerchi le radici polacche e vedi i ruderi delle vecchie case dei contadini, relitti di un passato di povertà e di speranze. Oggi per le vie di questi piccoli paesi circondati dai boschi, tra alberi da frutto e campi di grano, splendono nuove ville con giardino in stile americano. Molte sono ancora in fase di costruzione. Qui abitano i quarantenni che raccolgono i frutti di un tasso di crescita economica e di aumento del benessere paragonabile solo a quello tedesco. Ma ad ogni crocicchio ti accoglie un’edicola mariana addobbata a festa o un crocifisso decorato. È un difficile equilibrio quello tra una tradizione da riscoprire e le sfide della modernità.

Il programma


Sette ragazzi, dai 16 ai 18 anni, inseriti in un gruppo diocesano italiano, partecipano alla Giornata Mondiale della Gioventù che si svolge dal 25 luglio a Cracovia.

I sette, muniti di smartphone attrezzati per le riprese, hanno il compito di raccontare la loro esperienza come “infiltrati” nel gruppo.

Sono impiegati come “narratori” della GMG e partecipano a tutti gli appuntamenti previsti dal grande evento ecclesiale, tra Cracovia, Czestochowa e Auschwitz.

Video

#OhMyGod – Riflessione su Auschwitz

gli autori

Cristiana Caricato

Francesco Esposito